TRINITY. MIND, AUDREY CARLAN. Review party.


Care lettrici, oggi il blog partecipa al review party organizzato in occasione dell'uscita del secondo volume della serie Trinity di Audrey Carlan, Trinity. Mind. 



Titolo: Trinity. Mind
Autore: Audrey Carlan
Serie: Trinity #2
Editore: Newton Compton Editori
Pubblicazione: 31 maggio 2018
Genere: Contemporary romance
Prezzo: € 4,99 ebook; € 9,90 cartaceo

Sono un magnete per tutti gli uomini disturbati e ossessionati dal controllo. Chase, il mio ricco e potente colletto bianco, pensa di potermi proteggere… Ma non può. Nessuno può farlo. È stato chiaro sin dall’inizio quanto il mio stalker fosse pericoloso. Che le sue non fossero solo vuote minacce. Mi ha dimostrato più di una volta che avrebbe fatto tutto il possibile per farmela pagare e non ci sono limiti al suo desiderio malato e contorto di tormentarmi. Le rose, le foto, la biancheria rubata e soprattutto gli inquietanti messaggi avrebbero dovuto metterci in guardia e farci prendere delle precauzioni. Ero sicura che l’uomo che amo avrebbe potuto allontanarlo, magari persino riuscire a farlo catturare… Mi sbagliavo.


La storia d’amore tra il ricchissimo Chase Davis e la sua amatissima Gillian continua a gonfie vele. Sono richiestissimi dai paparazzi che si appostano ovunque per rubare scatti e dichiarazioni, gli amici più cari di Gigi e gli uomini che lavorano per Chase sono tutti stretti intorno a loro, per proteggerli dallo stalker che ha preso di mira la ragazza e per festeggiare la notizia del matrimonio.
La vita di Gigi ormai è un giro di giostra da cui non vuole scendere. Tante cose belle, ma anche il pericolo imminente. Fa tutto parte del gioco, e lei lo sa bene. Tra le braccia di Chase si sente al sicuro, sa che niente può succederle, niente può rovinare l’idillio. Non il ricordo degli abusi e delle percosse del suo ex fidanzato, che di tanto in tanto torna a farle visita, non i biglietti minatori e le rose che continua a ricevere dallo stalker che la vuole con lui o con nessun altro. 
Chase è l’uomo perfetto. Continua a muovere il mondo per proteggere la sua donna: è come un’ombra che vive in funzione di Gillian. Alla sua donna non deve mancare niente: soldi, abiti, borse, protezione, amore. 
Sono tante le coppie che possono dar fuoco alle lenzuola o condividere carriere, ma in quante si riesce a essere semplicemente l'uno con l'altra? Senza pretese, senza pressioni, le difficoltà del quotidiano sparite, nudi e basta. Cosa resta? A me Chase, ed è tutto ciò di cui ho bisogno. 
È passato pochissimo tempo da quando ho terminato la lettura del primo volume della serie, Trinity. Body,appena un giorno. Il bisogno di tuffarmi sul seguito è stato incontrollabile. Volevo a tutti i costi rimanere attaccata al filo che mi univa a Gillian e Chase e alla loro vita. Perché, come vi dicevo, in questa storia non c’è niente di originale o particolarmente innovativo, eppure Audrey Carlan ha saputo giocare bene le sue carte. 
Il lettore è affascinato, vuole continuare a leggere, si affeziona ai protagonisti e vuole fare il tifo per loro. 
Mettersi nei panni di Gillian è meraviglioso quanto spaventoso, e per una serie di motivi. Mi sarebbe piaciuto essere lei quando il suo Chase vive in sua funzione. Chi non desidera un uomo così? Lo abbiamo sognato tutte, e quando ci troviamo tra le mani un libro del genere non facciamo altro che ricordare quanto piacerebbe anche a noi averlo. La loro storia è una favola: amore, soldi, fortuna. Chase sovverte ogni regola per lei, mette la sua felicità e il suo benessere anche prima dei suoi interessi. Il lavoro, le Imprese Davis, quello per cui ha combattuto una vita intera, passano in secondo piano rispetto a Gillian. Il mondo di Chase inizia e finisce con la sua piccola. 
Ma tutto questo è anche spaventoso perché Gillian si ritrova a vivere una vita non sua, a cui non è abituata. Deve gestire i media, l’attenzione morbosa che la sua storia con Chase ha generato in chi gli sta intorno, la paura di perderlo, la gelosia a causa della sua ex, la donna che Chase stava quasi per sposare e che lo ha fatto soffrire come nessuna prima. 
E lo stalker, certo. Questione non di poco conto. 
In Trinity. Mind lo conosceremo più da vicino, entreremo nella sua mente folle. Leggendo i suoi pensieri, così crudi e malati, non sarà possibile restare indifferenti. Vi verrà la pelle d’oca. L’autrice non si è certo risparmiata, aumentando così il livello di suspense, già presente nel primo volume.
La vera punta di diamante di questo romanzo è il rapporto di Chase e Gillian. Li vediamo più uniti, più complici e più sicuri del loro amore. Sin dai primi capitoli è chiaro che qualcosa è cambiato. La sintonia che li lega è più importante, le consapevolezze sono più solide. Sembra che niente, proprio niente, potrà minare il loro amore. E questo mi ha fatto ben sperare, nonostante fossi certa che l’autrice avrebbe fatto di tutto per smontare le mie sicurezze. 
Avrei preferito ci fossero meno scene di sesso, perché in ogni circostanza i due finiscono a letto, come se fosse inevitabile, come se fosse quella la direzione unica del loro legame. È stato così sin dal primo momento, tra loro, certo. Ma con l’evolversi della storia avrei voluto una crescita anche in questo senso. 
All’autrice va il merito di aver saputo imbastire una storia intrigante e accattivante, a cui non manca proprio niente. Possiamo parlarne per ore, fare paragoni con altre storie già lette, ma Trinity. Body Trinity. Mind catturano. E questo penso basti. 





Nessun commento