TUTTA COLPA DI ILARIA, ELIANA ENNE. Blogtour e giveaway.


Buonasera, lettrici. Oggi il blog partecipa al blogtour organizzato in occasione dell'uscita di Tutta colpa di Ilaria, il nuovo romanzo di Eliana Enne. Alla fine della tappa troverete un giveaway che vi permetterà di vincere una copia cartacea del romanzo e un segnalibro.


Titolo: Tutta colpa di Ilaria
Autore: Eliana Enne
Editore: Self publishing
Pubblicazione: Giugno 2018 cartaceo; agosto ebook
Genere: Narrativa
Prezzo: € 4,99 ebook; € 15,00 cartaceo

E’ la storia di Ilaria Sassone, nata e cresciuta in un paese dell'entroterra abruzzese, che sogna di diventare una chef di classe. Grazie a uno stratagemma, riesce a trasferirsi nella città di Pescara, farsi ammettere alla scuola di alta cucina IGK, diplomarsi e persino aprire un ristorante tutto suo in via Firenze: Le sette meraviglie. Al suo fianco, oltre al fidanzato Michele, studente perennemente fuori corso e squattrinato con la passione per i social, ci sono il meticoloso e pignolo aiuto cuoco Sergio e il bel cameriere Lorenzo, segretamente innamorato di lei. Mentre pianifica il lancio del locale, la vita di Ilaria si incrocia con quella di Laura Di Giovanni, un’ammiratrice del suo blog maldestra e invadente. Rappresenta in qualche modo ciò da cui Ilaria ha voluto prendere le distanze quando ha lasciato il paese ed è la ragione per cui cerca di ostacolarne ogni contatto col ristorante e con il suo staff, specie quando scopre che Laura è attratta dal bel Lorenzo. Imprevisti, equivoci, sorprese e tante risate in compagnia della migliore tradizione culinaria abruzzese, per un romanzo sull'amicizia e sui sentimenti dal finale a sorpresa.



Questa è la storia di Ilaria, una ragazza con un sogno nel cassetto: aprire un ristorante. È la storia della sua vita, dagli studi fatti alla scuola di alta cucina IGK, alla conoscenza di Michele, il ragazzo che è diventato la sua anima gemella. 
Quando la madre, cantante in erba dalla voce inascoltabile, ha saputo della sua relazione con Michele ha fatto progetti in grande. La vedeva già con la fede al dito e un pancione di nove mesi. Ilaria ha presto chiarito la situazione: avrebbe terminato gli studi e portato avanti il suo sogno, a prescindere dalla storia con Michele. E infatti, dopo sei anni di sacrifici e impegno, alternando lo studio a lavoretti in pub e pizzerie, Ilaria si è laureata. Un pezzo di carta che però non le è servito assolutamente a niente. Da lì il progetto di buttarsi nel campo della gastronomia.
L'apertura del ristorante Le sette meraviglie ha rappresentato l'apice del suo sogno. Tutto sembrava procedere a gonfie vele, finché Ilaria non si è accorta che le cose non andavano come dovevano. 
Ad aiutarla al ristorante collaboratori scelti da lei in persona: Sergio, aiuto in cucina e in sala, Lorenzo, cameriere di sala competente e veloce, e Michele, che è lì in quanto sua anima gemella, non perché sia effettivamente utile al ristorante.
Michele è un ragazzo un po' svogliato, che non aveva lo studio nel sangue, e che si occupa del ristorante di Ilaria solo nei week end. Durante la settimana è un social media manager ed è un personaggio molto singolare. Più lo conoscerete e più vi chiederete come ha fatto Ilaria a innamorarsene. È veramente strano! 
Alle vicende di Ilaria si affiancano quelle di Laura Di Giovanni. Una donna con un lavoro, una donna all'apparenza realizzata e in fissa con la dieta. Lei ci prova, con tutte le buone intenzioni, a rinunciare al cibo, ma la sua volontà dura meno di ventiquattro ore. Il giorno dopo ricomincia a mangiare di tutto. Tra le sue pagine web preferite c'è il blog del ristorante Le sette meraviglie. Laura è una "fan" di Ilaria, le scrive delle email nella speranza di ricevere una risposta, le chiede consigli e dimostra di visitare il blog più di quanto sia normale fare. 
La sorella di Laura, Valentina, è una donna con un matrimonio che non procede a gonfie vele e spesso Laura è costretta a badare al suo nipotino, figlio di Valentina. Vi faranno sbellicare dal ridere perché Laura è una pasticciona combinaguai della peggior specie. Mai lasciarle un bambino, mai! 
In questo quadro variegato di personaggi si inserisce il cibo, che oserei definire uno dei protagonisti d'eccezione di questo romanzo. Il ristorante di Ilaria e la vita frenetica che si svolge tra quelle mura è l'asse intorno cui ruota Tutta colpa di Ilaria. Tutto inizia e finisce lì, insomma. 
Le vicissitudini dei personaggi si susseguono pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo quasi fagocitando il lettore che si sente subito parte di una grande famiglia. Una famiglia stramba, fatta di caratteri e personalità diverse, alcune in contrasto tra loro, altre bizzarre da morire. 
Tutta colpa di Ilaria è colori, suoni, sapori. Un insieme di elementi accostati in un azzardo ben riuscito. 
Se siete amanti dei romanzi che vanno avanti a suon di sapori e delizie, allora questo libro è ciò che fa per voi. Il periodo dell'anno accompagna, apprezzerete ancora di più i personaggi e la loro imprevedibilità. Portatelo al mare o in piscina, leggetelo con un cocktail tra le mani. 





GIVEAWAY

L'autrice ha scelto di regalare una copia cartacea del romanzo e un segnalibro personalizzato. 
Regole per partecipare all'estrazione:

1) iscriversi ai blog che partecipano al tour e mettere like alle loro pagine;
2) mettere LIKE alla pagina autore www.facebook.com/Enne.Elianae al blog www.facebook.com/tuttacolpadiilaria;
3) partecipare al tour commentando ogni tappa e condividendola sul proprio profilo Fb, taggando una persona.







ELIANA ENNE è lo pseudonimo col quale Eliana Narcisi pubblica sul blog www.facebook.com/tuttacolpadiilariae sulla pagina www.facebook.com/enne.eliana.

Avvocato di professione, scrittrice per passione, ha collaborato per anni con lo scrittore e giornalista Giuseppe Binni. Ha curato per l'attore Premio David di Donatello Ernesto Mahieux la sua autobiografia. 
Nel 2017 ha pubblicato il romanzo DIMMI CHE ORE SONO (ed. Youcanprint).
Attualmente scrive per il quotidiano IL GRAFFIO, dove tiene la rubrica 'Pelo e contropelo'.
Di sé dice «Amo i sogni impossibili, i libri che mi fanno perdere il senso del tempo, le canzoni che parlano di ciò che non sappiamo confessare a noi stessi, le persone che coi piccoli gesti comunicano grandi emozioni. Mi fido di chi crede nell'amicizia, sa ascoltare e quando sbaglia sa chiedere perdono. Non mi piace chi si prende troppo sul serio, litiga per il parcheggio, sta sempre a dieta e a tavola toglie il grasso dal prosciutto. Cosa amo di me? Che sono una che si rialza quando cade. E capita spesso...»



2 commenti

  1. Wow che bella recensione, vedo che ti è piaciuto tanto questo libro e mi incuriosisce! da leggere sicuramente ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  2. Come pensavo è un libro divertente e frizzante, adatto per una lettura rilassante sotto l'ombrellone!Non vedo l'ora di poterlo leggere

    RispondiElimina